#polesesegretario   #comunitàdemocratiche  - messaggia su WhatsApp 

Polese su sit-in svicolo Lauria Sud per impegni mancati Anas

"La Regione Basilicata si è fatta protagonista di un impegno eccezionale mai fatto prima che ha consegnato 211 milioni di euro del Patto per il Sud all’Anas per il potenziamento della viabilità regionale. Va dato atto al presidente della Regione, Marcello Pittella di aver fatto tutto quello che andava fatto con celerità e puntualità”.

Lo dichiara il segretario regionale del Partito democratico della Basilicata, Mario Polese che ieri ha partecipato al sit in pacifico presso l’uscita autostradale di Lauria Sud per porre la giusta attenzione alle varie questioni aperte e non rispettate dall’Anas. Polese quindi, ringraziando il presidente Pittella per aver inteso promuovere l’iniziativa popolare e sindaci e i segretari dem del territorio del Mercure accorsi a dar manforte a questa azione simbolica, sottolinea: “Stiamo dimostrando di essere pronti a fare muro contro la posizione di diniego da parte dell’Anas all’attuazione dell’accordo sottoscritto in Prefettura a Potenza sulla Galdo - Pollino”.

“Siamo davanti a una presa di posizione, da parte nostra, netta e chiara - sottolinea il segretario del Partito democratico della Basilicata - non solo delle istituzioni ma di tutti i circoli del Pd che si sono messi a difesa del territorio. Noi abbiamo avviato tavoli, ragionamenti, percorsi. Abbiamo portato a casa risultati e abbiamo ancora vicende sospese. Ma c’è un dato rilevantissimo che è la mia più grande preoccupazione: fino a ieri avevamo degli interlocutori e oggi non ne abbiamo più”. “E’ una vergogna - aggiunge Polese - che il Governo nazionale abbia tralasciato la Basilicata dalla sua squadra.

Noi non avremo rappresentanti e quindi dobbiamo dare ancora più forza popolare al presidente Pittella che per primo è andato a Roma a parlare con il ministro del Mezzogiorno e mettere sul tavolo i dossier più importanti. Noi non ci fermeremo, continueremo a farlo con lo stile che ci caratterizza e non ostenteremo la nostra appartenenza perché questa è la battaglia di tutto il territorio al di là dei colori politici”. “Ma c’è un dato: siamo preoccupati - conclude Polese - per la deriva nordista assunta da questo Governo nazionale e non staremo certo con le mani in tasca ma lotteremo fino alla fine per la tutela dei nostri diritti. Ed è fondamentale che tutti i lucani di buona volontà siano compatti su questo fronte”.

© 2017 @mariopolese